Anna Bush Dieterlen

Dettaglio Missionario

Anno di Nascita
1859
Luogo di Nascita
Parigi, Francia
Nazionalità
Francese
Anno di Morte
1945
Luogo di Morte
La Force, Francia
Attività
Missionaria protestante

Biografia

Anna Busch fu educata a Parigi, si unì alla Societe des Mission Evangeliques de Paris, e nel novembre 1877 accompagnò il Rev. E. Ellenberger e sua moglie nel Lesotho dove fu assistente all'insegnamento nella Scuola Normale per ragazze a Thaba-Bosiu. Sposò il missionario e linguista Sotho meridionale Hermann Dieterlen (1850-1933) nel 1878 e lo assistette nel suo lavoro come capo della missione di Hermon. Raccolse inoltre un importante erbario, i quali esemplari sono conservati in diversi musei africani ed europei. Si trasferirono poi a Morija nel maggio 1887, a Leribe nel gennaio 1895, e al Botsabelo Leper Settlement a Likhoele nel 1913. L'anno seguente Hermann si dimise dal suo incarico, ma rimasero a Likhoele. Nel 1919, con la riunione della Francia e dell'Alsazia dopo la prima guerra mondiale, si stabilirono a Strassbourg. Anna vi rimase dopo la morte del marito, fino a quando lo scoppio della seconda guerra mondiale nel 1939 la costrinse a trasferirsi a La Force, dove morì.
A Leribe Anna sviluppò un interesse per la flora locale e iniziò un erbario. Raccolse principalmente sull'altopiano di Leribe vicino al confine con lo Stato Libero, ad un'altitudine di 1500-1800 m, anche se anche nelle pianure, mentre suo marito aggiunse alcuni esemplari dall'interno. Le sue piante sono state identificate dal Museo Sudafricano di Città del Capo e dal professor C. Flahaut all'università di Montpellier. In totale c'erano 1380 numeri, ma dato che spesso dava lo stesso numero a piante della stessa specie raccolte in tempi o località diverse, i suoi esemplari probabilmente superavano i 2000. Anche se la maggior parte dei suoi esemplari erano eccellenti, una sua collezione ricevuta dal Museo del Sudafrica nel 1906 arrivò in cattive condizioni. Tuttavia la collezione fu lavorata, e nel 1908 inviò altri 150 esemplari, e altri ancora seguirono nel 1909, 1911 e 1912. La sua conoscenza del sesotho le permise di ottenere i nomi vernacolari dei suoi esemplari, così come informazioni sui loro usi rituali, medicinali ed economici. Così da
Nel 1913 E.P. Phillips visitò l'altopiano di Leribe e quattro anni dopo pubblicò "A contribution to the flora of the Leribe plateau and environs...", basato in gran parte sulle collezioni di Dieterlen, negli Annals of the South African Museum (Vol. 16 (1), pp. 1-379).
Lasciando il Lesotho nel 1919, Dieterlen presentò la sua intera collezione del Lesotho all'erbario governativo di Pretoria. Poiché raccolse molti duplicati, i suoi esemplari si trovano anche al South African Museum, a Maseru (Lesotho), a Strasburgo, a Parigi, ai Kew Gardens e altrove. Diverse specie sono state nominate in suo onore, tra cui Euryops annae e Lotononis dieterleniae da Phillips. Sia Anna che suo marito furono eletti membri corrispondenti della Philosophical Society of the Orange River Colony  nel 1907.

Fonti Bibliografiche